Una morte improvvisa. Valentina Giorgi, cinquantaseienne di Ferentino, segretaria dell'ordine degli ingegneri, è deceduta ieri all'ospedale Sant'Eugenio di Roma, aperta un'inchiesta. «Da oggi la famiglia dell'ordine degli ingegneri della provincia di Frosinone è più sola. Abbiamo perso una parte importantissima, una persona di riferimento». Sono le parole meste dell'ex presidente dell'ordine degli ingegneri di Frosinone, Alfredo Delfi. La morte di Valentina Giorgi, da trentacinque anni segretaria dell'ordine, ha lasciato tutti sbigottiti. Sia a Ferentino che a Frosinone, suo luogo di lavoro alla segreteria dell'ordine. La dirigenza sanitaria dell'ospedale Sant'Eugenio di Roma, dov'era ricoverata, ha richiesto l'autopsia. I funerali sono rinviati a data da destinarsi. L'ordine degli ingegneri è in lutto.

Il sito internet dei professionisti informa: «L'ordine comunica il triste annuncio dell'inattesa scomparsa della nostra cara Valentina, da circa 35 anni al servizio di quest'ordine e di tutti gli iscritti. La sua perdita lascia un grande vuoto e dolore fra tutti coloro che hanno avuto l'occasione di conoscerla. Seguiranno aggiornamenti per i funerali». Sconsolato l'attuale presidente dell'ordine, l'ingegner Mauro Annarelli, che ieri si è precipitato a Roma dopo avere appreso la triste notizia: «Non ci sono parole ha riferito telefonicamente siamo tutti afflitti per la grave perdita di Valentina. Nostro riferimento importante, Valentina teneva alto l'onore della categoria. Era la struttura portante dell'ordine. Stentiamo a crederci».

Anche a Ferentino si fa fatica a realizzare che Valentina, persona buona e perbene, se ne sia andata per sempre così all'improvviso. La notizia della sua scomparsa da ieri riecheggia in città, una città attonita per l'ennesimo decesso prematuro, al momento inspiegabile. Ed ora si attende la data del funerale, oltre all'esito dell'esame autoptico.