Sora- In pieno centro arrivano i dissuasori a scomparsa. Sono iniziati, la scorsa settimana, i lavori sul centrale corso Volsci con gli operai in azione lungo il marciapiede poco distante dalla sede comunale di Palazzo Venezia. Si stanno per installare, dunque, i dissuasori a scomparsa che, come in altre città vicine, limiteranno e regoleranno il traffico veicolare specie nei giorni di festa e nelle occasioni particolari in cui entrerà in funzione l'isola pedonale. L'accesso ovviamente non sarà negato ai mezzi di soccorso, alle forze dell'ordine, alla polizia locale e ai residenti.

Questi lavori, e anche la wi-fi free collocata da poco tempo in cinque punti strategici del centro storico, come spiegato dal componente della giunta De Donatis, l'assessore Silvia Ucciero, è stata resa possibile grazie al finanziamento avuto dalla rete di imprese. E ricordiamo che fu l'ex assessore al commercio, Stefano Lucarelli, che lo scorso febbraio sollevò più di qualche critica proprio in relazione al troppo tempo intercorso dal finanziamento di centomila euro di cui rivendica la paternità.

«L'installazione dei dissuasori di traffico a scomparsa appare ancora come un miraggio lontano avvolto da un'approssimazione politica senza eguali. Che cosa si sta aspettando? Forse di vedere revocato il finanziamento per il non utilizzo delle somme? Il commercio, vero cuore di Sora, è in sofferenza da tempo e dovrebbe avere priorità assoluta, non può essere abbandonato così», dichiarò Lucarelli.

Oggi la risposta, sotto gli occhi di tutti, sembrerebbe essere arrivata e, con l'inizio dell'estate, forse questi apparecchi saranno funzionanti e chissà se il commercio con questa regolamentazione nuova del traffico, avrà dei vantaggi. Il tempo saprà dire se la direzione intrapresa sia stata quella giusta per vedere il rilancio del settore. Insomma non ci resta altro che vedere l'avanzamento dei lavori, la funzionalità dei dissuasori per comprendere se l'opera sarà promossa o bocciata da commercianti, residenti, cittadini e turisti.