Mamme sul piede di guerra nella scuola elementare di via Passo del Cardinale. Le aule e i bagni sono sporchi, lamentano. Ieri molte di loro non hanno fatto entrare in classe i propri figli e preannunciano che, se la situazione non trovasse soluzione, lunedì al suono della campanella i bambini saranno riportati a casa.

La pulizia della scuola di Passo del Cardinale viene effettuata in parte dal personale Ata che provvede regolarmente per le aule di propria competenza e in parte da una cooperativa che dovrebbe pulire i bagni e le restanti aule. E sembra che i problemi si siano riscontrati proprio laddove dovrebbe pulire la coop.

La situazione non riguarda dunque il Comune che, fanno sapere da Palazzo Antonelli, interverrà in via eccezionale se dovesse permanere la criticità. «Appena siamo venuti a conoscenza di quella che è la situazione di disagio e di difficoltà che si sta vivendo al plesso scolastico di Passo del Cardinale - interviene l'assessore alla Pubblica istruzione Mario Sodani - ci siamo attivati immediatamente per cercare di capire ciò che stesse succedendo».

L'assessore si è recato sul posto per fare il punto della situazione «anche se il Comune non ha alcuna responsabilità su questa vicenda e questo vogliamo sia chiaro a tutti, ma vogliamo anche sia chiaro che condividiamo la preoccupazione e lo sdegno dei genitori dei bambini che quotidianamente si recano a scuola. La problematica investe la cooperativa che sta vivendo delle vicissitudini interne che, inevitabilmente, finiscono col ritorcersi sull'attività di pulizia che quotidianamente dovrebbe essere fatta su parte delle aule a essa assegnate».

L'assessore Sodani è chiaro: «Le diatribe interne, per quanto motivate e condivisibili, non possono ritorcersi sulla vita dei nostri alunni la cui integrità deve essere alla base di ogni amministrazione che si rispetti. Dopo avere avuto chiarimenti in merito a quello che sta succedendo, e dopo essermi confrontato con la dirigenza scolastica responsabile del plesso, posso dire con certezza che monitoreremo attentamente l'evolversi della situazione e qualora dovesse permanere questo stato di cose interverremo tempestivamente nei modi previsti dalla legge in queste situazioni. Ci auguriamo ovviamente che la vicenda venga chiarita e risolta quanto prima».