Da martedì 7 maggio gli operatori della cooperativa "Auxilium" hanno incrociato le braccia e sospeso il servizio di assistenza domiciliare per disabili gravissimi. Una decisione drastica assunta per sottolineare, in maniera ancora più forte, "La difficile situazione, ormai impossibile da sostenere, in cui si trovano i dipendenti, che non ricevono lo stipendio da mesi".

L'atto era stato annunciato in una lettera che la dottoressa Sara Gatta, a nome della coop, aveva inoltrato poco dopo Pasqua sia al consorzio "Valcomino" che al Comune di Alatri, chiedendo l'immediata convocazione di un incontro per trovare, in extremis, una via d'uscita, una soluzione che potesse accontentare tutte le parti in causa, salvare il proseguimento del servizio e ridare dignità ai lavoratori, stanchi e sfiduciati. Il confronto si è tenuto proprio martedì 7, ma non è approdato a nulla, stante anche l'assenza dei rappresentanti del consorzio. A quel punto, la cooperativa "Auxilium" ha messo in pratica quanto promesso: gli operatori si sono fermati e gli utenti sono privi, da quattro giorni, dell'assistenza di cui hanno bisogno.

«Purtroppo siamo stati costretti ad agire in questo modo, nonostante la disponibilità data per risolvere le problematiche, nonostante l'aver lavorato fin qui gratis», ha commentato Sara Gatta. La materia del contendere è nota: i salari arretrati mai corrisposti e sui quali è stata ingaggiata una battaglia per le responsabilità, con la coop che ha attaccato più volte il consorzio e il consorzio che, a sua volta, ha attaccato il Distretto socio-sanitario A. Parliamo di decine di migliaia di euro attesi dai lavoratori, anche se va detto che nello scorso mese di aprile c'è stato un versamento per saldare alcuni vecchi stipendi del 2018.

L'appello
Sul fronte politico, intanto, la federazione provinciale de Pci, tramite il segretario Bruno Barbona, ha richiesto una riunione urgente a sindaco e assessore ai servizi sociali "Al fine di conoscere gli intendimenti del Comune di Alatri". Per il momento, comunque, lo stato delle cose vede il servizio sospeso, utenti senza assistenza e lavoro in bilico per gli operatori della "Auxilium"