Omicidio di Gabriel, pochi minuti fa l'arrivo del Ris, delle difese e dei consulenti di Nicola Feroleto e di Donatella Di Bona (gli avvocati Prospero e Cucchi con il criminologo Carmelo Lavorino e l'avvocato D'Anna con la criminologa Roberta Bruzzone) per dare inizio ai nuovi accertamenti disposti dalla procura all'interno dell'abitazione dove Gabriel viveva con la mamma, la nonna e uno zio. Il padre e la madre di Gabriele sono in carcere per omicidio volontario in concorso.