La comunità di Casalvieri piange la tragica scomparsa di un figlio della sua terra, una persona cara a tutti in paese, stimata e benvoluta: il geometra Luigi Fanelli, settant'anni ad agosto, morto sabato mattina in un terribile incidente stradale sulla superstrada Sora-Cassino.
L'uomo, vedovo da circa un anno, ha lasciato due figli, uno dei quali vive all'estero. L'altro ieri pomeriggio la salma è stata trasferita dalla ditta di onoranze funebri "2P" di Sora dall'ospedale Santissima Trinità all'obitorio del Santa Scolastica di Cassino. Oggi o con più probabilità domani sarà eseguito l'esame autoptico, come richiesto dal magistrato di turno.

Purtroppo a nulla sono serviti i soccorsi giunti sul luogo del sinistro. Il pensionato di Casalvieri sabato mattina viaggiava solo sulla sua vettura, una Peugeot bianca, sulla superstrada Sora-Cassino. All'altezza del chilometro 59, nei pressi di un distributore di carburante, è avvenuto il violento impatto con una Citroen grigia guidata da un ragazzo che non ha riportato traumi importanti.

Toccherà alla polizia stradale di Sora, giunta sul posto per eseguire i rilievi del caso, ricostruire con esattezza la dinamica dell'incidente che ha insanguinato ancora una volta questo tratto di superstrada. Infatti la Sora-Cassino è già stata teatro, anche nel recente passato, di numerosi incidenti mortali.

Messaggi di cordoglio sono giunti ai familiari del geometra Luigi Fanelli, una persona da tutti descritta come gioviale, conosciuto anche perché per un periodo di tempo è stato autista dei mezzi Cotral. Il piccolo paese aspetta di conoscere la data del suo funerale, che verrà curato dalla ditta "D'Agostini e Catenacci", per potergli tributare l'ultimo saluto e stringersi attorno ai suoi familiari segnati da questo terribile lutto.