Pullman giù dal viadotto Acqualonga, 40 passeggeri che tornavano da una gita religiosa muoiono nel terribile incidente del 28 luglio 2013. Ora la procura di Avellino - con una inchiesta bis - ha sequestrato altri 11 ponti per verificare le ipotesi di una serie di omissioni.

Nuovi guai per gli allora dirigenti di Autostrade per l'Italia tra cui anche il funzionario che diversi anni fa era a capo del tratto A1 di Cassino, Michele Renzi, già coinvolto nell'inchiesta madre e condannato in primo grado. Ora con il nuovo troncone, nato sembrerebbe proprio da alcuni atti processuali, si vuole andare a scavare su presunte omissioni. A seguito di accertamenti mirati è stata data disposizione per il sequestro di altri 11 viadotti, con l'intenzione di verificare anche presunte irregolarità delle barriere. Ovviamente i sigilli sono stati disposti anche per il viadotto di Acqualonga.