Si è spento all'età di 71 anni l'avvocato Paolo De Simone. Amministratore di Veroli e cittadino impegnato, De Simone ha fatto sue numerose battaglie sociali e civili senza mai rinnegare i propri ideali. Un umo attento e presente fino alla fine, un attivista convinto che con classe e rigore ha sempre lottato per ciò in cui credeva.

Se ne è andato in silenzio, come era nel suo stile. Con la stessa leggerezza e fermezza con cui era in grado di mettersi in gioco in ogni circostanza dal lavoro che amava alla politica e alla vita civile. L'avvocato del popolo, di chi combatteva contro le ingiustizie, di chi non aveva paura di mettersi contro i potenti. Lo aveva dimostrato in più occasioni, sposando cause magari non facili ma comunque al fianco del prossimo.

De Simone non era solo l'avvocato, era stato un ottimo amministratore e un cittadino esemplare. Diritti del lavoro e dello Stato sociale, l'attenuazione delle disuguaglianze e la lotta alla povertà, la salvaguardia della salute e dell'ambiente, l'incentivazione della scienza, della ricerca e della cultura in generale, il rispetto della vita e della morte. Era questo Paolo De Simone, il cittadino del mondo che amava guardare oltre e in grande.