Gara espletata e da ieri mattina la biblioteca comunale, l'archivio storico e le sale lettura sono tornate di nuovo fruibili al pubblico. Dopo uno stop durato undici giorni, il servizio ha ripreso il suo regolare orario. È del 30 aprile scorso infatti la determina del dirigente comunale Simonetta La Rocca che individua nella cooperativa "Socioculturale", con sede a Venezia, l'affidamento dei servizi per una durata di quindici mesi.

Il Comune ha stanziato 90.000 euro per il primo semestre, d'accordo con la cooperativa, quindi fino al 31 ottobre prossimo, per l'avvio delle procedure di startup inerenti le attività migliorative e aggiuntive proposte della coop aggiudicataria in sede di gara. Quindi i nove lavoratori, rimasti a casa a fine aprile, fino al primo luglio 2020 possono stare tranquilli. «Abbiamo mantenuto quanto avevamo detto e nei tempi giusti», ha commentato l'assessore Gemmiti.