Linea Verde compie un viaggio contro gli orrori della guerra. Federico Quaranta, Daniela Ferolla e Peppone hanno raccontato la storia ripercorrendo la linea Gustav che nel 1943, nella fase decisiva della seconda guerra mondiale, nella penisola italiana ha assunto un ruolo strategico. Da Minturno sul mar Tirreno fino alla costa Adriatica a sud di Ortona, passando per Cassino, l'Appennino centrale, il bacino del Sangro e il massiccio della Maiella.

Dagli altopiani dei monti Aurunci all'abbazia di Montecassino, dalle colline del Molise fino alla torbiera più meridionale d'Europa, dalle montagne abruzzesi fino alla Costa dei Trabocchi, un "coast to coast" della memoria, con la contemporanea scoperta delle consuete meraviglie del territorio italiano. Con una tappa anche nel monastero benedettino che ha messo in mostra tutto il suo tesoro, artistico, culturale e spirituale.