Gli cade il fucile e parte un colpo, ferito il figlio. L'uomo era rientrato dal poligono di tiro dove era andato ad esercitarsi ed aveva appoggiato l'arma su un muretto. Per cause al vaglio, è finita a terra e l'impatto al suolo avrebbe fatto partire accidentalmente un colpo che ha ferito il figlio. Il giovane è stato subito soccorso dai sanitari del 118. Sul posto gli uomini dell'Arma per i rilievi di rito. Poteva finire in tragedia quanto avvenuto l'altro giorno a Santa Francesca. L'arma cadendo per terra ha fatto partire un colpo che per fortuna, ha preso solo di striscio un polpaccio del figlio ventenne che, purtroppo, si trovava a passare proprio di lì.

Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, quel giorno l'uomo aveva trascorso qualche ora al poligono di tiro dove era andato ad esercitarsi con il fucile regolarmente denunciato. Era poi ritornato a casa, ma invece di riporre l'arma in un posto sicuro, l'aveva poggiata su un muretto all'esterno dell'abitazione. Per strana coincidenza, sarebbero stati alcuni gatti a farla cadere a terra. A quel punto, è partito un colpo che ha quindi ferito il figlio ad un polpaccio. Questo il racconto dei fatti fornito ai carabinieri subito intervenuti sul posto.

Una ferita fortunatamente lieve che ha però costretto il giovane a ricorrere alle cure dei dottori. La vista del sangue e i dolori lamentati dal figlio hanno infatti messo in moto la macchina dei soccorsi. È stato quindi allertato il 118 e sul posto è giunta un'ambulanza. Dopo un primo necessario intervento, il figlio è stato trasportato al pronto soccorso del Santissima Trinità di Sora per le cure del caso. Per fortuna solo tanta paura. I carabinieri conclusi i rilievi di rito hanno accertato che si era trattato di un brutto incidente.