L'ufficialità arriverà nelle prossime settimane. Per l'insediamento invece ci vorrà ancora. Giuseppe De Falco è ad un passo, anzi anche di meno, dalla nomina di procuratore capo di Latina. Non resta che attendere la comunicazione ufficiale dopo che la quinta commissione del Consiglio Superiore della Magistratura, ha votato all'unanimità la sua candidatura. Nelle prossime settimane il plenum di Palazzo dei Marescialli a Roma si dovrà pronunciare e dare così il via libera ma si tratta a quanto pare di una pura formalità.

Le quotazioni di De Falco sono salite nelle ultime settimane e il suo profilo appare il più indicato per l'ufficio giudiziario di via Ezio dopo la partenza del procuratore capo Andrea De Gasperis. Proprio nelle ultime settimane ha scalato moltissime posizioni e adesso non resta soltanto che attendere. In passato prima di arrivare alla procura di Frosinone dove ha diretto molte inchieste delicate e importanti, è stato alla Direzione Distrettuale Antimafia. De Falco, 60 anni lo scorso 21 gennaio, è nato ad Ancona ma è romano d'adozione. È entrato in magistratura nel 1985, e in passato è stato consulente della commissione parlamentare di inchiesta sul traffico dei rifiuti.

In questo momento la procura è diretta dall'aggiunto Carlo Lasperanza. Sono in tutto 18 le domande che erano pervenute per l'ufficio giudiziario di via Ezio, considerata una sede oltre che prestigiosa anche molto ambita per la qualità delle indagini condotte negli ultimi anni. Nei giorni scorsi sembravano in leggero calo le quotazioni di De Falco a vantaggio invece di alcuni colleghi di Napoli, ma alla fine invece ieri la quinta commissione del Csm, specializzata nel conferimento degli incarico per gli uffici direttivi e dei posti in organico si è pronunciata. De Gasperis aveva lasciato l'incarico lo scorso settembre dopo otto anni di attività ed è andato in Corte d'Appello.