Purtroppo la mano dei soliti incivili è sempre pronta a colpire. Lo dimostrano i rifiuti che, purtroppo, nonostante i controlli, le raccomandazioni, le multe ai trasgressori, continuano a deturpare il territorio. Prese di mira soprattutto le zone periferiche di molti comuni della Ciociaria. Non è risparmiata neppure la città di Ferentino. Tra i territori deturpati quelli di Cartiera Quarto. Una zona a ridosso dell'autostrada del Sole, lontana da occhi indiscreti. E così, gli incivili, invece di differenziare, caricano le auto e si disfano di sacchi, buste, ingombranti, plastica, vetro, carta, e chi più ne ha più ne metta, raggiungendo la periferia. Il degrado e il rammarico per quanto accade, per mano di persone che non si rendono conto dei danni che provocano all'ambiente, corre anche sui social.

Spesso viene immortalato lo scempio e postato anche sulla pagina Facebook "Lamentele e proposte città di Ferentino". Intanto domani il consigliere comunale di opposizione, Giuseppe Virgili, sempre in prima linea in materia ambientale, farà un sopralluogo in una delle zone dove ci sono discariche a cielo aperto. Da circa un mese, infatti, sta raccogliendo le segnalazioni dei cittadini. Segnalazioni che verranno poi rivolte agli uffici preposti per cercare di smaltire i rifiuti. «Ci vorrebbe più senso civile - sottolinea il consigliere Virgili - la terra è di tutti. Il Comune sta facendo il possibile.
Adesso spetta ad alcuni cittadini avere più senso civico».

Purtroppo le discariche spuntano come funghi, soprattutto nelle zone periferiche e non passano inosservati i rifiuti.
Non abbassano la guardia i vigili urbani e i carabinieri, che stanno mettendo in campo tutte le azioni per "smascherare" chi non differenzia. E in molti casi chi deturpa il territorio sono cittadini dei paesi limitrofi. Diversi i "furbetti" multati nel tempo, ma purtroppo il fenomeno dell'abbandono continua senza sosta. «Siamo davvero stanchi di vedere il nostro territorio pieno di rifiuti. Anche se si tratta, a volte, di zone isolate, il danno ambientale è di uguale misura lo sfogo di un cittadino Basterebbe essere più civili, capire che non bisogna danneggiare l'ambiente. Che futuro garantiamo ai nostri figli? Basta sporcare.
L'ambiente va salvaguardato, valorizzato e non ucciso». Forte, dunque, l'appello di chi ama il territorio e non vorrebbe vederlo distrutto.