Un terribile schianto. Intorno alle 20.40, negli stessi minuti in cui si consumava la tragedia sulla Cassino-Sora con due morti e diversi feriti, avveniva un altro sinistro. Uno schianto tra tre auto, una Punto, una Grande Punto e una Polo sulla Casilina Nord all'altezza di Castrocielo. Un impatto devastante che ha fatto temere il peggio. Quattro le persone coinvolte, due ragazzi del Cassinate, una giovane e un minore. Uno schianto sordo, poi la macchina dei soccorsi che si è immediatamente precipitata sul posto e una corsa verso l'ospedale Santa Scolastica. Un impatto violento che ha fatto balzare le auto a distanza rispetto al punto di contatto e tanta paura. A preoccupare sono state prevalentemente le condizioni di un ragazzo di Castrocielo. All'arrivo dei soccorritori aveva le gambe incastrate tra le lamiere.

Operazioni lunghe e delicate da parte dei vigili del fuoco per farlo uscire dall'auto. Poi il trasferimento in ospedale.
Intanto sul posto sono immediatamente arrivati per l'esatta ricostruzione della dinamica carabinieri e polizia mentre quattro sono state le ambulanze che hanno condotto i feriti al Santa Scolastica. La strada è stata immediatamente chiusa al traffico, per diverse ore si sono verificati disagi alla circolazione per permettere ai militari della Compagnia di Pontecorvo di poter lavorare. Quando l'emergenza è terminata è stata la volta della messa in sicurezza della strada con la rimozione delle auto (presente sul posto il carroattrezzi Marinelli di Castrocielo) e il ripristino della viabilità. Enorme la paura per un tratto di strada dove, purtroppo, gli incidenti non mancano.

Un altro incidente si è verificato poco fa a scuotere il sabato sera, dopo il mortale sulla Cassino-Sora. Uno scontro tra tre auto sulla Casilina, all'altezza di Castrocielo con feriti in condizioni serie. Un ragazzo risulterebbe ancora parzialmente incastrato tra le lamiere. Vigili del fuoco al lavoro senza sosta, sul posto polizia e carabinieri.

SEGUONO AGGIORNAMENTI

di: La Redazione