Ha tentato di raggirare una pensionata di San Giorgio a Liri, accusandola di essersi appropriata di una banconota caduta, secondo il truffatore, dalle sue tasche. Ma l'anziana non gli ha permesso proprio di mettere a segno la truffa, rivolgendosi ai carabinieri.

Ad avvicinare l'ottantenne nella zona del rione Colosseo è stato un cinquantasettenne di Napoli. L'uomo avrebbe cercato in ogni modo di convincere la pensionata delle sue ragioni, accusandola - anche in modo aggressivo - di avergli sottratto una banconota da 50 euro. Con argomentazioni forti e molto insistenti, l'uomo avrebbe puntato il dito contro la donna, sostenendo che la stessa avrebbe raccolto una banconota da 50 euro che inavvertitamente era "scivolate" dalle sue tasche. E più la signora cercava di allontanare quello sconosciuto, più l'uomo avanzava richieste. Fino a che, l'ottantenne, ha allertato i militari.

Immediato l'intervento dei carabinieri della Sezione Radiomobile della locale Compagnia che ha accertato l'intenzione truffaldina del campano. L'anziana, infatti, non era in possesso della banconota in questione. L'uomo - già noto per reati di falso, truffa, e ricettazione - è stato denunciato a piede libero per tentata truffa.

Nei suoi confronti è stato proposto alla Questura di Frosinone per la misura del foglio di via, con il divieto di tornare a Cassino per tre anni.
La raccomandazione dell'Arma ai cittadini, e in particolar modo agli anziani, è sempre la stessa: chiamare immediatamente il 112 quando vengono individuate persone sospette. E di non cadere nella trappola spesso usata dai malintenzionati: credere che gli stessi possano essere direttamente in contatto con le forze dell'ordine