Cosa contenesse il pc portato via, per quale motivo i ladri lo hanno rubato. E cosa avrebbero voluto prendere dalle altre stanze dove hanno forzato le porte, non riuscendo, però, nel loro intento. Sono alcuni dubbi dei cittadini di Ferentino, dopo quanto accaduto nella notte tra martedì e mercoledì nel palazzo comunale. Un furto misterioso.

La ricostruzione
Al mattino i dipendenti comunali, al loro arrivo per iniziare il turno di lavoro, hanno trovato il portone d'ingresso spalancato. Davanti ai loro occhi, arrivati al primo piano, hanno trovato alcune porte scardinate. L'unico ufficio dove sono riusciti ad entrare i malviventi è stato quello del segretario comunale, da dove hanno portato via un pc. Altre porte presentavano segni di effrazione. Non si può escludere che fossero in cerca di carte e documenti, ma non sono riusciti nel loro intento. Un sospetto che viene naturale alla luce della recente vicenda dell'indagine sul project financing del cimitero condotta dalla Dda, che ha portato all'arresto di quattro persone, tra cui il consigliere Pio Riggi. Prima di andare via l'attenzione dei banditi si è indirizzata verso i distributori automatici, tanto che le macchine presentavano segni di scasso, anche se pure in quel caso nulla pare sia stato portato via. L'unico oggetto trafugato è stato quel computer dall'ufficio del segretario.

Le indagini
I carabinieri, al comando del capitano Camillo Giovanni Meo, hanno avviato subito tutti gli accertamenti del caso. Indagini per cercare di trovare elementi utili a dare un nome e un volto ai ladri in azione.