Un operatore ecologico della Cosp Tecnoservice, la cooperativa appaltatrice del servizio di ritiro e trasporto dei rifiuti urbani, ieri mattina era di turno su uno dei camion di raccolta della plastica quando è rimasto incastrato con il dito tra gli ingranaggi che svuotano i bidoni. Con i suoi colleghi stava lavorando in via Pietro Nenni, a Carnello, tra il bar "Cin Cin"e il ristorante "Mingone": è stato un attimo, forse una piccola distrazione, e d'improvviso il calore alla mano e il sangue che iniziava a macchiare i guanti.

Immediato l'intervento dei sanitari del 118 della postazione di Isola del liri, allertati dai colleghi in servizio, che hanno prontamente rimosso il guanto dal quale si è scorto il pollice ferito in un mare di sangue, per poi medicarlo. L'operatore ecologico, il quarantaseienne isolano P. D. P., è stato caricato sull'ambulanza e trasportato d'urgenza all'ospedale Santissima Trinità di Sora dove gli sono stati applicati diversi punti di sutura. L'uomo ha iniziato a lavorare presso la ditta di raccolta dei rifiuti già da diversi mesi. Ora dovrà fermarsi, stando alla prognosi dei medici, per almeno quindici giorni. Sempre che non debba fare ricorso alla chirurgia per ricostruire il dito ferito.