Un brutto risveglio, l'ennesimo, per i residenti di piazza Corte. Lì, ai piedi di Montecassino, dove nascono alcune delle sorgenti tra le più belle d'Europa, ancora una volta qualcuno ha pensato di lasciare il segno. I due secchi che si trovano a disposizione dei passanti per gettare rifiuti indifferenziati, proprio a pochi metri dalle sorgenti, sono stati buttati nelle acque e tra la vegetazione. Ovviamente i secchi nell'impatto si sono rotti e anche le buste con i rifiuti sono finite nell'acqua. Un gesto nato forse in una notte di goliardia, non è la prima volta, ma sicuramente da biasimare.

Oltre ai cestini nell'acqua, anche bottiglie di vetro e rifiuti lasciati nella zona che dovrebbe essere una delle più belle e rispettate dell città, ma che sempre più spesso viene utilizzata senza rispetto. Gli impiegati della De Vizia, società che si occupa della raccolta rifiuti e della pulizia della città, ne hanno sempre molta cura, sono riusciti quindi a pulire il degrado lasciato in una sola notte nell'area, ma è stato impossibile riuscire a recuperare i secchi che, molto probabilmente, saranno tirati fuori dall'acqua oggi. Per farlo è necessario un gancio, altrimenti l'alternativa è scendere direttamente immergendosi nell'acqua.

Ma cosa avrebbero trovato oggi dei turisti se fossero andati alle sorgenti? Una scena poco degna della città e della maggior parte dei cittadini che la abitano. «È un continuo -ha spiegato un residente- d'inverno un po' meno, ma con l'arrivo del caldo e della bella stagione la notte gruppi di ragazzi bivaccano per ore sui gradoni. Mangiano e bevono e lasciano sporcizia. Oltre al rumore, gli schiamazzi, anche la maleducazione e il rispetto zero per un bene che è di tutti».