Si volta pagina per la ex cartiera di Ferentino che per anni ha rappresentato una delle problematiche ambientali di maggiore impatto per i cittadini e per il territorio. Dopo la firma dell'accordo di programma che mette a disposizione 1,4 milioni di euro per la bonifica, ora è tempo di passare alla fase operativa e agli interventi di messa in sicurezza. Non solo, ma si potrà guardare anche al futuro, con i progetti di riutilizzo dell'area.

Per questo motivo il Comune di Ferentino ha organizzato un incontro pubblico con i cittadini, che non hanno mancato di partecipare in grande numero: il tema è di grande interesse, da anni si cercava di affrontarlo e di risolverlo. L'amministrazione del sindaco Antonio Pompeo lo ha fatto, portando a casa un risultato che si può definire storico. Durante l'incontro è stato ribadito che finalmente l'area verrà bonificata. I lavori partiranno entro il 2019 e serviranno a mettere la parola fine ad una vicenda che si trascinava da troppo tempo. Verranno eliminate tutte quelle criticità che per anni hanno rappresentato un problema sentito dalla popolazione.

L'assessore all'ambiente Evelina Di Marco, nel corso del suo intervento, ha ripercorso le vicende della cartiera: dall'avvio delle attività, alle problematiche di inquinamento; dall'intervento del Comune, insieme ai cittadini, per l'inserimento del sito nel perimetro del Sin Valle del Sacco, fino alla successiva azione per la classificazione come intervento di bonifica urgente. Durante l'incontro hanno preso la parola anche il consigliere Franco Martini e l'ex amministratore Stefania Timi.