Un lungo e interminabile fine settimana di dolore quello che ha riguardato due comunità e due famiglie dei comuni di Trivigliano e Torre Cajetani. Le tragedie accadute tra il tardo pomeriggio e la prima serata di venerdì scorso ancora non trovano spiegazione per la loro drammaticità e soprattutto per la vicinanza temporale e dei luoghi. Due eventi sconvolgenti dove due persone a cui tutti volevano bene hanno perso la vita. Trivigliano piange il cinquantunenne Dino Cinti.

L'uomo stava effettuando dei lavori sul tetto di un'abitazione nella zona di San Bartolomeo quando all'improvviso ha perso l'equilibrio ed è precipitato per diversi metri. Inutili sono stati i soccorsi dei sanitari. Mentre la comunità di Torre Cajetani è ancora scioccata per la morte del quarantaquattrenne Simone Paris, deceduto nei pressi della sua abitazione di via Spiughe, a ridosso del centro storico. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, l'uomo avrebbe visto l'auto della sorella che si era sfrenata e aveva già tamponato un'altra vettura e, forse nel tentativo di bloccarne la corsa, è rimasto schiacciato. Inutili anche in questo caso i soccorsi.

Due incidenti per due morti assurde. Ed ora entrambe le salme sono nell'obitorio dell'ospedale di Frosinone dove attendono di essere sottoposte ad autopsia o esame esterno. Oggi il magistrato potrebbe affidare i due incarichi. Effettuati gli esami, le salme potranno essere riconsegnate alle due famiglie per permettere i funerali. Per entrambi gli incidenti sono intervenuti i carabinieri di Fiuggi e della Compagnia di Alatri.