Un piccolo segno di miglioramento. Leonardo Ceccarelli, 24 anni, è ora in terapia intensiva. Il giovane, colpito da un ictus mentre si trovava in palestra, lo scorso 25 marzo, da allora si trovava nell'unità di terapia neurovascolare. Il trasferimento in terapia intensiva farebbe dunque sperare in un miglioramento del quadro clinico dello sportivo. Che tutti descrivono con lo spirto e il fisico forti. E per questo i familiari sin da subito hanno sperato in una reazione. Gli stessi che hanno sottoscritto una dichiarazione di dissenso all'interruzione delle terapie.

Ceccarelli si era sentito male appena arrivato in palestra. Erano da poco trascorse le venti e la palestra in quel momento era affollata di gente che si stava allenando. Leonardo ha perso i sensi e ha battuto la testa a terra. È stato subito soccorso da chi si trovava in palestra e quindi portato per i primi esami clinici all'ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone. Da lì in eliambulanza, stante la gravità del malore, era stato trasferito al policlinico Tor Vergata di Roma. Un dramma che ha gettato nello sconforto amici e parenti che, da vicino, seguono con apprensione l'evoluzione delle condizioni di salute del loro caro.