Si era alzato all'alba come tutte le mattine per andare a consegnare i cornetti in alcuni bar che si rifornivano da lui. Come ogni domenica, però, la tappa fissa per la colazione al bar Anna, in località Maddalena, sulla Statale 155 ad Alatri. Con lui lo zio. Ma all'uscita dal locale, mentre raggiungeva la macchina, è stato travolto e ucciso da una Smart, il cui conducente non si è fermato a prestare soccorso.

Per lui, Daniele Stirpe, 47 anni, pasticcere di Frosinone, non c'è stato nulla da fare. È morto sul colpo. Ferito lo zio, un sessantatreenne accompagnato in codice rosso all'ospedale "Fabrizio Spaziani" di Frosinone. Sul posto la polizia per i rilievi, che ha poi diramato la nota di ricerca dell'auto pirata. Ma dopo poco tempo, proprio la persona alla guida della macchina che non si è fermata, una venticinquenne di Alatri, T.C., ha raggiunto la caserma dei carabinieri per assumersi le proprie responsabilità. È indagata per omicidio stradale.

I fatti

È stato il titolare del bar Anna a contattare i soccorsi. Era dietro al bancone quando ha sentito un rumore provenire dall'esterno. Erano da poco usciti zio e nipote. Ha notato subito il corpo di Daniele, non si muoveva. Poco distante lo zio del quarantasettenne riverso a terra dopo il tremendo urto con la Smart. Il barista ha subito capito la gravità e ha chiamato il 118. Sul posto il personale medico ma per Daniele Stirpe non c'è stato nulla da fare.

Lo zio è stato accompagnato al Pronto soccorso dello Spaziani di Frosinone per le cure del caso. Fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita. Sul posto, intanto, una pattuglia della polizia stradale che ha subito effettuato i rilievi, mentre altri agenti si sono messi sulle tracce dell'auto pirata. Gli uomini, coordinati dal dottor Macarra, sono stati poi contattati poco dopo dai carabinieri a cui la conducente della Smart si era rivolta. La giovane è indagata per omicidio stradale in attesa di chiarire la dinamica e tutti gli altri aspetti dell'incidente. La salma di Stirpe è stata recuperata dall'agenzia funebre San Francesco e trasportata all'obitorio di Frosinone.