Stalker in trasferta ad Arce, arrestato dai carabinieri. Si tratta di un trentatreenne di Veroli, finito ai domiciliari. Domani mattina, alla presenza del suo avvocato di fiducia, Giampiero Vellucci, sarà interrogato dal gip presso il tribunale di Cassino per l'udienza di convalida. Stando alle accuse, il verolano, ha fatto vivere un calvario alla sua ex moglie, con telefonate, minacce, offese, inseguimenti, spingendosi addirittura fino ad Arce, dove la donna sarebbe fuggita proprio perché stanca dai continui atti persecutori dell'ex.

Tra l'altro il giovane era già finito nei guai mesi fa, quando i carabinieri sono intervenuti per sedare l'ennesima lite tra la coppia. In quell'occasione il trentatreenne si era scagliato contro gli uomini dell'Arma. Nei suoi confronti scattò la denuncia a piede libero per stalking e l'arresto per resistenza a pubblico ufficiale. L'altra sera il verolano è finito di nuovo nei guai e domani sarà interrogato dal gip, presso il tribunale di Cassino.