La raccolta degli pneumatici sparsi nel territorio di Atina è stato un successo oltre ogni rosea aspettativa. Decine e decine di pneumatici di ogni forma e grandezza sono stati scovati da numerosi volontari e difensori dell'ambiente e portati in un deposito nei pressi del campo sportivo "Visocchi" di San Marciano. Da qui, in settimana, verranno prelevati e conferiti nelle sedi adatte al loro definitivo smaltimento.

La giornata ecologica, denominata "Dove passano i nuovi barbari", è stata organizzata da Fare Verde Valle di Comino e dal Comune di Atina per il volontariato dell'ambiente e rientra tra gli eventi di rilevanza sociale di primo livello organizzato in collaborazione con il Consorzio Ecotyre e l'adesione al progetto Pfu Zero per il ritiro straordinario degli pneumatici abbandonati, tanto che ha avuto il primo patrocinio del Ministero dell'ambiente.

Domenica mattina il territorio atinate è stato un brulicare di gente con la pettorina azzurra e il logo di Fare Verde in cerca di pneumatici abbandonati negli anfratti. E alla fine la caccia al pneumatico ha dato strepitosi risultati: «Sono stati battuti tutti i corsi d'acqua, grandi e piccoli, che solcano la piana di Atina rinvenendo grosse quantità di pneumatici che stavano distruggendo l'ecosistema», dice il sindaco Adolfo Valente visibilmente soddisfatto.

E visto il successo della giornata ecologica di domenica, Valente promette di coinvolgere le famiglie e le scuole sul problema della tutela ambientale e anticipa che l'amministrazione sta pensando di organizzare una giornata simile per la raccolta di elettrodomestici e altri rifiuti ingombranti che popolano le discariche abusive sparse nel territorio.