L'auto contro un muretto, due vite spezzate in un giorno di festa, quello del compleanno di lei. E la festa che in un attimo si trasforma in sgomento e dolore. Un tragico destino ha disposto diversamente, unendoli prima nella vita e ora anche nella morte. Lo schianto è avvenuto ieri mattina intorno alle 11.20 in via Rio Martino, in località Spica, nei pressi dell'incrocio con via Le Soda.

Amato Ferri (detto Amedeo) di ottantuno anni e sua moglie Domenica Penna che proprio ieri ne compiva settantasette erano usciti dalla loro abitazione di via Selva Romana a bordo di una Daewoo Matiz, guidata dal marito. Mentre si dirigevano in direzione della provinciale, la tragedia. Da alcune testimonianze sembra che la vettura abbia sorpassato un ciclista che procedeva a bordo strada, ma che invece dirientrare sulla corsia abbia sbandato finendo contro lo spigolo di un muretto di cemento a ridosso della carreggiata. Rapido anche se purtroppo inutile l'intervento dei soccorritori.

Amato era già morto, forse colpito da un arresto cardiocircolatorio che potrebbe avergli causato il malore fatale.
Sua moglie Domenica è spirata poco dopo, mentre un elicottero dell'Ares sorvolava la zona cercando un punto adatto in cui atterrare. Manovra rientrata quando all'equipaggio è stata comunicata la morte della donna. Sul posto con gli operatori del 118 si sono precipitati anche i vigili del fuoco di Sorae i carabinieri del Nucleo radiomobile di Sora con i loro colleghi di Monte San Giovanni Campano, oltre ai volontari della protezione civile di Castelliri.

La strada è rimasta a lungo chiusa al traffico per consentire i soccorsi e i rilievi da parte dei carabinieri. Le salme sono state trasferite nella camera mortuaria del cimitero del paese. Entrambi originari di Castelliri, i coniugi Ferri erano emigrati tanti anni fa in Francia, dove abitano i loro figli. Erano tornati a vivere in paese una decina di anni fa. Brava gente, sottolineano tutti, una coppia perfetta, unita, affiatata. «Esprimo il cordoglio e la vicinanza dell'amministrazione alla famiglia Ferri», dice commosso il sindaco Francesco Quadrini.