Si terranno domani i funerali di Antonio Assuntino Di Nardi, da tutti conosciuto come Tonino, l'uomo di Piedimonte San Germano di 62 anni che ieri ha perso tragicamente la vita nella stazione ferroviaria di Roccasecca travolto e ucciso da un treno.

L'incidente è avvenuto poco prima delle 19. Un impatto che non ha lasciato scampo al ferroviere: davvero inutili i soccorsi. I funerali avranno luogo alle 11.30 nella chiesa di Santa Maria Assunta in Piedimonte San Germano. La salma partirà dall'obitorio dell'ospedale di Cassino. Ne danno il triste annuncio la madre, la moglie, il fratello, la cognata i nipoti e i parenti tutti.

È stato travolto e ucciso da un treno a Roccasecca. Una morte assurda per chi, come lui, aveva passato buona parte della vita tra la gente, non limitandosi a svolgere solo il suo lavoro.
In ogni giornata elargiva sorrisi, dava consigli, parlava con i colleghi e con chiunque incontrasse, immergendosi con il suo sguardo mite nelle vite degli altri. La tragica scomparsa di Assuntino Di Nardi - da tutti conosciuto come Tonino - ha scioccato le comunità di Piedimonte (dove risiedeva), quella di Cassino e di molti cittadini che hanno avuto la fortuna di incontrarlo.

I fatti
L'incidente è avvenuto ieri poco prima delle 19. Dal sito di Ferrovie per l'Italia una comunicazione laconica indicava l'interruzione della circolazione sul tratto della Roma-Cassino, a Roccasecca, per investimento di persona. Dietro quelle fredde parole, una tragedia senza fine.

Tonino, secondo una prima ricostruzione dei fatti, è stato travolto e ucciso dal regionale 2365, Roma-Tiburtina-Campobasso. Un impatto che non ha lasciato scampo al sessantaduenne: davvero inutili i soccorsi. Cosa stesse facendo, se - come qualcuno ha riferito nell'immediatezza dei fatti - stesse attraversando subito dopo aver staccato dal turno di lavoro, o cosa sia realmente accaduto resta al vaglio dell'autorità giudiziaria intervenuta. Qualcuno ha riferito che solo per miracolo un secondo uomo che era con lui non sia stato travolto. Non riuscendo, comunque, a evitare il peggio.
Nell'immediatezza sul posto sono giunti 118, carabinieri e polizia.

Poi l'arrivo della Scientifica oltre che dei vigili del fuoco che hanno lavorato a lungo sui binari, vietati alla circolazione. Alle 22 il traffico era ancora sospeso e il servizio ferroviario è stato riprogrammato.
Ora si dovrà accertare con maggiore precisione la dinamica del terribile incidente.

Lo choc
Sconvolte le comunità di Piedimonte e Cassino. Tonino era davvero molto conosciuto e non solo per il suo lavoro.
«Sono basito dalla tremenda notizia. Mi sono spesso trovato a confrontarmi con lui: aveva sempre un buon consiglio - ha commentato il sindaco Ferdinandi - Era membro di una famiglia storica di Piedimonte, a cui va il mio personale cordoglio oltre a quello dell'amministrazione». Sotto choc anche la comunità di Cassino: suo fratello, dirigente di polizia nel Commissariato della città martire molto conosciuto e stimato è stato raggiunto da una forte attestazione di vicinanza.

di: Carmela Di Domenico

Sembrerebbe essere un incidente quello in cui ha perso la vita un sessantenne di Piedimonte, Assuntino Di Nardi, 60 anni, ferroviere. Il convoglio sulla Roma-Cassino lo ha travolto non lasciandogli alcuno scampo.

Immediato l'arrivo sul posto di 118, polizia, carabinieri e dell'autorità competente. La circolazione ferroviaria è stata sospesa. Grande sconforto in paese dove l'uomo era molto conosciuto. Il cordoglio personale e intimo del sindaco Ferdinandi è andato subito alla famiglia. Indagini in corso sulla ricostruzione. 

di: La Redazione

Muore sui binari a Roccasecca, ex ferroviere in pensione travolto da un treno. Vittima un sessantenne di Piedimonte San Germano che, stando alle prime informazioni sarebbe stato travolto da un treno sulla Roma-Cassino. Dalle 18.50 la circolazione è stata sospesa per consentire ai soccorritori e all'autorità giudiziaria di intervenire. Ancora in fase di ricostruzione la dinamica dell'incidente. 

di: La Redazione