I cinghiali mettono a rischio le colture agricole in territorio di Ripi. Il sindaco Roberto Zeppieri scrive all'ambito territoriale di caccia Fr1 chiedendo un urgente intervento. Nella lettera il primo cittadino, a seguito delle ripetute segnalazioni di avvistamenti di cinghiali nel territorio comunale, chiede misure di contenimento della specie soprattutto in considerazione dei numerosi danni che il passaggio degli animali selvatici ha procurato alle colture agricole. Zeppieri si è attivato al fine di prevenire danni più consistenti nell'imminente stagione primaverile che, come noto, è la più prolifera dal punto di vista delle coltivazioni.

La costante presenza di cinghiali destinata a non diminuire aumenta il rischio di salvaguardia dei prodotti agricoli. La loro presenza mette anche a rischio l'incolumità delle persone che spesso in auto si ritrovano di fronte ad animali che in corsa attraversano la strada. I cinghiali si spostano in cerca di cibo per cui spesso vengono avvistati, ma a volte i cittadini trovano esclusivamente le tracce del loro passaggio, colture devastate e danni non indifferenti.

Di qui la preoccupazione di Zeppieri e la richiesta all'ambito territoriale di caccia Fr1 che potrebbe individuare la giusta strategia per contrastare un fenomeno che preoccupa e di fronte al quale non si può restare indifferenti e far finta di non vedere. I cittadini non possono essere lasciati soli di fronte al problema che è serio e denunciato da tempo, il fatto che sia di difficile soluzione non giustifica l'immobilismo. Da anni ormai gli enormi cinghiali neri invadono le periferie e il centro dei comuni, devastano coltivazioni e giardini e mettono a rischio la sicurezza dei cittadini, non si può continuare a tollerare.