Trigonometria,geometria e fisica: all'Istituto tecnico economico si studia il gioco del biliardo. L'Ite diventa così la scuola pioniera in provincia nell'introduzione del gioco del biliardo fondato sulle regole di Euclide, i teoremi dei triangoli, i principi basilari della fisica su forze, equilibri e urti... un modo alternativo per applicare la matematica e la fisica a una delle discipline più complesse riconosciute dal Coni.

Un progetto entusiasmante quello pianificato dall'Istituto Pon Mat.Ita e finanziato con fondi europei, una sezione del quale è rappresentata proprio da questo binomio matematica-biliardo, un'accoppiata che può sembrare strana solo a chi non conosce il complesso gioco del biliardo che nasconde regole e incastri scientifici di spessore.

Due settimane fa la prima lezione degli studenti del biennio dell'istituto di piazza Martiri di via Fani; sabato scorso il secondo incontro. I ragazzi si sono preparati prima in classe rivedendo leggi e regole di fisica e matematica alla base del gioco e poi si sono spostati presso la sala biliardo di via Alfieri di Massimo Argentino, dove l'istruttore federale Umberto Valente ha interagito per ore con i ragazzi, con il prezioso supporto didattico dell'insegnante e mettendoli alla prova sul tappeto verde per la verifica diretta dei meccanismi di gioco.

Entusiasti gli studenti come pure la preside Alessandra Nardoni che ha subito sposato la proposta dei docenti di seguire un percorso matematico nuovo e motivante, trasformando la materia spesso più ostica in un affascinante mondo da riscoprire attraverso i filtri del gioco e della curiosità