Movida, alcol e auto distrutte. Un mix esplosivo, quello che l'altra sera, oltre a controlli capillari con denunce e segnalazioni, ha fatto registrare anche due incidenti l'uno consequenziale all'altro, con due giovani di Cervaro miracolati. La movida cassinate è ormai sotto scacco, con controlli ovunque da parte delle forze di polizia. Ma l'alcol continua a scorrere a fiumi. E, sbronze a parte, risse sfiorate nella notte sono le conseguenze di un'abitudine affatto sana della gioventù. Non solo, ovviamente, di Cassino.

A pochi chilometri da una città "blindata" contro spaccio e reati contro il patrimonio si sono registrati due incidenti: uno all'incrocio Morelle, tra San Giorgio e Sant'Apollinare. Una vettura è uscita fuori strada, finendo nella cunetta. Il conducente ha abbandonato l'auto e si è allontanato. Poco dopo, un terribile schianto ha scosso Cervaro: in via Sprumaro una Mini ha abbattuto un muretto di recinzione in cemento. Violentissimo l'impatto: a bordo della vettura due trentenni del posto trasportati al Santa Scolastica in gravi condizioni. L'uno operato per la rottura delle caviglie, l'altro pure sottoposto a intervento. Per entrambi una prognosi di 30 giorni, con l'auto sequestrata in attesa dell'esito degli esami dell'alcol test. Sul posto oltre al 118, anche i carabinieri del Norm.

Diverse le pattuglie dislocate su tutto il territorio: denunce e controlli a ogni angolo. Allontanati un trentaquattrenne campano fermato a Piedimonte; cinque persone già note per furto in abitazione e di auto a Cassino; un trentacinquenne campano a San Vittore (con foglio di via). Denunciata una cinquantacinquenne di Formia trovata sulla Consortile Fiat e già destinataria di un foglio di via. Segnalato come assuntore un quarantanovenne di Cassino trovato in possesso di 16 grammi di hashish.