Operazione dei carabinieri del Nas di Latina che hanno sequestrato dei prodotti fitosanitari e antiparassitari irregolari o contraffatti in altrettante aziende di Ferentino e Aprilia. L'indagine si è conclusa con il sequestro di oltre 650 litri di fitofarmaci che non potevano essere commercializzati né utilizzati perché con l'etichettatura di sicurezza non conforme alla legge e con autorizzazione all'impiego sulle colture revocata dal ministero della Salute. La parte più ingente dei prodotti è stata rinvenuta ad Aprilia.

Qui, in una rivendita del posto sono stati sequestrati oltre 450 litri di fitosanitari irregolari per un valore di mercato di circa 12.000 euro. Gli altri 200 litri sono stati invece rinvenuti in una rivendita di Ferentino, il valore sul mercato di quest'ultima merce supera gli 8.000 euro. Come accade in questi casi, i fitofarmaci sequestrati saranno destinati alla distruzione presso una ditta autorizzata e le spese verranno addebitare ai titolari delle due attività.

Per loro sono scattate anche le sanzioni previste per la violazione delle norme in materia: 2.000 euro a testa. Questo intervento segue di qualche settimana un'altra importante attività portata a termine dai carabinieri del Nas sempre ad Aprilia, dove i militari hanno dato attuazione a un'ordinanza di sospensione dell'attività di una comunità alloggio per anziani nelle campagne della città.