Negli ultimi anni si sta assistendo anche in Italia a una lenta e progressiva diffusione in agricoltura di processi tecnologie strategici, che rientrano nell'ambito della "agricoltura di precisione". In quest'ambito rientrano le tecnologie legate allo sviluppo dei sistemi Sapr, sistemi aerei a pilotaggio remoto, comunemente chiamati "droni", che hanno subito un'evoluzione rapidissima.

Lo sviluppo tecnologico nell'ambito della sensoristica permette di caricare a bordo dei droni sensori di vario genere, dalle camere digitali ad altissima definizione ai sensori termici e iperspettrali, con ricadute importantissime nelle applicazioni in campo civile in grado di rivoluzionare interi settori, dall'ambito applicativo di interesse dell'ingegneria in generale, da quella del rilievo a quella strutturale, da quella ambientale e agricola a quella del rilievo territoriale.

Di questo e tanto altro si è parlato sabato scorso a Piglio, all'azienda vinicola "Pileum", in un incontro organizzato dall'amministrazione comunale con il patrocinio dell'accademia Kronos e della locale protezione civile e la partecipazione tecnica dell'ente Aereo Soluzioni. «È stato un incontro particolarmente interessante ha commentato il sindaco di Piglio Mario Felli Sono stati analizzati i numerosi benefici integrati che le tecnologie dell'agricoltura di precisione potrebbero garantire sul fronte della qualità gestionale.

Ma anche l'impiego in altri settori di sicurezza sul territorio, di mappatura, interventi su aree irragiungibili e altro ancora.
E l'apertura, inoltre, di formare secondo le normative Enac piloti certificati. C'è un interesse particolare che stiamo vagliando per realizzare anche un'area di decollo di droni». Unanime il plauso per l'incontro espresso dal consigliere delegato all'agricoltura Domenico Franceschetti che ha curato l'evento.

«Dobbiamo essere in continuo aggiornamento dichiara il consigliere portare la nostra agricoltura, protagonista principale del territorio, a livelli sempre più alti. L'uso dei droni sensoriali permette di intervenire in modo tempestivo per la tutela delle produzioni agricole». All'esterno si è assistito a una dimostrazione di missione autonoma di volo con rilievo multispettrale di drone radiocomandato su vigneto: decollo, rotta di volo su schermo e atterraggio.