Schiuma bianca nel fiume: la situazione non accenna a cambiare e l'allarme resta alto. È infatti ben visibile da alcuni giorni nel tratto cittadino del Liri una schiuma biancastra che affiora e che fa temere una forma d'inquinamento dovuta a qualche sversamento illecito. Gli organi di controllo preposti sono stati avvisati, infatti domenica scorsa i tecnici dell'Arpa Lazio hanno effettuato dei prelievi; erano presenti anche i referenti della Asl e gli agenti della polizia locale.

Il sindaco Roberto De Donatis si è detto pronto, una volta che saranno pervenuti in Comune i risultati delle analisi di laboratorio, a prendere i provvedimenti in suo potere per difendere il Liri dagli attacchi ambientali. Lo scorso anno, il primo cittadino sorano chiamò a raccolta nella sala consiliare di corso Volsci i sindaci dei paesi a monte del Liri.

A quella riunione si presentarono molti amministratori e sembrava esserci un'armonia d'intenti: tutti pronti a difendere la preziosa risorsa rappresentata dal fiume, salvaguardarla da attacchi chimici, monitorandola costantemente per individuare, in caso d'inquinamento, l'area e quindi anche le aziende che insistono lungo quel determinato tratto e restringere il cerchio delle indagini individuando in tempo reale il punto e l'orario dell'inquinamento.

Tante belle parole, un progetto articolato che ha visto l'impegno di molti tecnici, ma che per essere concretizzato ha bisogno di un vero interesse da parte delle amministrazioni comunali coinvolte. Sora, in più occasioni, si è detta pronta ad agire. Ora si aspettano le risposte dei sindaci della Valle di Roveto. E nell'attesa della convocazione di un nuovo tavolo tecnico-operativo, i sorani tremano all'idea di ulteriori sversamenti inquinanti che avvelenano il fiume e il suo bacino. Gli agricoltori sono ancora in ginocchio dopo quanto accaduto lo scorso anno, con i fanghi presenti in quantità abnorme nel Liri che hanno impedito l'irrigazione dei campi e compromesso i raccolti. Perciò c'è molta attesa per i risultati delle analisi dell'Arpa