Avevano escogitato un piano ben preciso rubando le generalità di un cittadino del posto per usarle con il gestore Enel e stipulare così un regolare contratto. Quando la vittima si è visto recapitare le bollette e guardando l'indirizzo, una casa di Taranto, si è recato dai carabinieri.

Questi dopo le indagini hanno denunciato per "truffa e sostituzione di persona in concorso" un 34enne e un 23enne, entrambi residenti a Taranto. I due per ottenere la fornitura di energia, avevano stipulato via telefono un contratto con la società Enel per un appartamento a Taranto ed in uso al 23enne, usando le credenziali del denunciante.