Dopo la paura del vento quella dell'amianto. Aprono il portone di casa e si ritrovano davanti pezzi di eternit o qualcosa di molto simile. Accade ormai da tre settimane a molti residenti della zona di San Giuliano. La bufera del 23 febbraio ha disseminato la zona di frammenti di lastre di cemento-amianto che nessuno finora ha rimosso e che fanno paura. Tanto più che nessuno ha fin qui chiarito se quei frammenti siano pericolosi per la salute o meno. Così l'iniziale preoccupazione si è trasformata in un allarme collettivo. Molte famiglie, specie chi ha bambini piccoli, vive giornate segnate dall'ansia.

«Non vogliamo puntare il dito contro a nessuno, ma chiediamo che gli amministratori di condominio dei palazzi che presentano una copertura dubbia del tetto si attivino per compiere delle analisi in modo da scongiurare la natura di questo materiale che è a terra nella zona di San Giuliano, ma anche sui marciapiedi di alcune traverse di viale Regina Elena -spiega un cittadino residente nella zona interessata dalla presenza di questo materiale- Se parliamo di amianto, questo, con il peso dei mezzi che quotidianamente transitano su una delle strade più frequentate della città, si sta giornalmente frantumando, fino a diventare polvere che la cittadinanza, e soprattutto noi che viviamo qui, potrebbe inalare. Per questo siamo preoccupati». Da qui la richiesta pressante di chiarimenti: «Non siamo tecnici, ma semplici cittadini impauriti da quanto accaduto aggiunge l'uomo Se questo materiale contenesse amianto la bonifica dovrebbe essere immediata, a cominciare dai tetti di questi palazzi che ancora contengono il materiale altamente tossico per le persone».

Resta da capire di che materiale si tratti. E c'è da farlo al più presto perché qualsiasi detrito altamente nocivo non va assolutamente toccato con le mani e neanche spostato dal punto del ritrovamento; soltanto il personale qualificato è autorizzato a fare dei sopralluoghi e, nel caso in cui il materiale sia sospetto, sottoporlo alle analisi per rilevare l'eventuale presenza di fibre di amianto.