Un furto di rame che prevedeva due fasi. La prima il taglio dei cavi elettrici in un primo momento e la seconda, dopo aver nascosto il materiale, tornare sul posto e caricare la refurtiva con tutta calma. Ma qualcosa è andato male e così l'azione criminale di almeno due ladri è stata scoperta. Il titolare del ripetitore ha infatti notato di alcune criticità sul segnale televisivo e quindi insospettito si è recato nell'area dove sono installati i suoi ripetitori facendo la scoperta.

Nascosti nel bosco decine di metri di cavi elettrici che erano stati tagliati e nelle vicinanze ha notato un ingente quantitativo di rame che era stato prelevato dal loto interno. Ha così intuito che i ladri avevano questo come obiettivo e cioè l'ormai famoso "oro rosso". I ladri visto che la zona è disabitata pensavano di farla franca. Di loro nessuna traccia mentre il titolare, oltre a fare la denuncia, ora dovrà Il materiale ritrovato nel bosco ripagare i danni subiti.