Sono stati ufficialmente premiati dall'assessore regionale al Ciclo dei Rifiuti, Massimiliano Valeriani, e dal direttore generale dell'ArpaLazio, Marco Lupo, i primi 35 Green Manager del Lazio. Un momento importante per la Regione, che diventa la prima in Italia ad aver introdotto la figura del Green Manager, che rappresenta il nuovo professionista qualificato che opera all'interno di grandi società (pubbliche e private) al fine di promuovere e realizzare interventi di sostenibilità ambientale, risparmio idrico ed energetico, acquisti verdi, sviluppo della raccolta differenziatae riciclo dei materiali di scarto. E sempre nel contesto delle premiazioni, la Regione inaugura anche il nuovo Elenco Certificato e il Marchio Ambientale per incentivare le migliori pratiche nella gestione del sistema dei rifiuti aziendali.

«Il corso di formazione per formare i Green Manager viene sostenuto dalla Regione e curato dall'Arpa Lazio spiega l'ente in una nota si compone di 40 ore di lezione e 30 ore necessarie all'elaborazione di un project work.
Al termine del corso i Professionisti ricevono un attestato finale e possono procedere con l'iscrizione all'Elenco certificato gestito dall'Arpa, con l'obiettivo di creare una rete composta sia da esperti che da realtà aziendali, accomunati da investimenti in ottica di sostenibilità, collaborando tra loro scambiandosi best practices ed esperienze professionali».

Il progetto rientra nel più ampio programma ‘Lazio Plastic Free', avviato recentemente dalla Regione per contrastare l'uso della plastica e ridurre la produzione di rifiuti attraverso cinque azioni cardine: Riduci, Recupera, Ricicla, Rigenera e Riusa.
«Con l'istituzione e la formazione del Green Manager prosegue l'impegno della Regione per sostenere interventi di contrasto alla produzione di rifiuti e incentivi per sostenere la corretta gestione della raccolta differenziata» ha dichiarato l'assessore Massimiliano Valeriani.
«L'accoglienza molto positiva dell'iniziativa di formazione ci ha sorpreso piacevolmente.
Le domande di partecipazione sono state così numerose da indurci ad attivare da subito due sessioni consecutive del corso, la seconda delle quali prenderà il via nei prossimi giorni» ha invece sottolineato il direttore generale dell'Arpa Lazio, Marco Lupo.