Da lunedì è operativo l'accordo che prevede presso la Fonte Bonifacio VIII l'apertura di un nuovo centro studi sulla calcolosi renale a cura dell'Urop, (Urologi della ospedalità nella gestione privata). Un altro tassello importante della millenaria storia della oligominerale Fiuggi, che continua a viaggiare nella direzione che la vede regina assoluta a livello mondiale nel trattamento naturale delle patologie legate alla calcolosi renale. Nella fattispecie poi anche in grado di generare ricadute economiche positive sulla città.

«Per la prima volta nella storia delle Terme di Fiuggi, a partire dal 1° aprile prossimo, verrà aperto il centro studi sulla calcolosi renale gestito da Urop e da Atf – ha spiegato con soddisfazione il sindaco Alioska Baccarini - la struttura medica altamente specializzata collaborerà direttamente con circa 30 punti Urop dislocati sull'intero territorio nazionale». «L'accordo - continua - prevede anche l'organizzazione di convegni medico-scientifici a Fiuggi e la realizzazione di nuovi studi di ricerca sulle proprietà medicamentose della nostra acqua e tutta una serie di sponsorizzazioni. 

Un grazie va all'Atf e all'Urop, in particolare ai dottori Ferdinando De Marco ed Eugenio Frascaro per la sensibilità dimostrata verso Fiuggi e per il costante lavoro che ha permesso la stipula dell'importante accordo. Tutto questo – chiude - rappresenta la realizzazione di un'ulteriore punto del nostro programma amministrativo.

Il futuro che ci attende - conclude - è roseo e con la collaborazione di tutti i soggetti interessati, Fiuggi potrà confermarsi sempre il primo polo in Italia nella cura della calcolosi renale. La firma dell'accordo segna anche un altro tassello positivo nel processo di valorizzazione e privatizzazione di tutti gli asset che avverrà in maniera pubblica e trasparente a partire già dalle prossime settimane». Non c'è dubbio mille e passa anni di storia e successi della oligominerale Fiuggi meritano l'assoluto rispetto.

Se poi per ragioni contingenti e finanziarie deve andare sul mercato in cerca di gestori privati, allora lo deve fare con la schiena diritta ed a testa alta, non può e non deve finire persa tra gli scaffali della grande distribuzione. Acqua Fiuggi è una "medicina" nel suo settore, la migliore al mondo e tale deve rimanere