Apre la finestra della sua stanza d'ospedale e si lancia nel vuoto. Dopo un volo dal terzo piano del Santissima Trinità, è morto sul colpo l'artigiano di Alatri V. P., classe 1956, che l'altra notte, intorno alle due, ha deciso di farla finita. L'uomo, originario di Boville Ernica, era ricoverato nel reparto di oncologia del nosocomio sorano. A lanciare l'allarme è stato un paziente ricoverato con a lui nella camera che ha suonato il campanello in piena notte per richiamare il personale in servizio a quell'ora. Per il sessantaduenne, purtroppo, non c'è stato niente da fare. A nulla sono valsi i soccorsi immediati, l'anziano è morto sul colpo.

Sul posto sono giunti poco dopo i carabinieri della compagnia di Sora per i rilievi del caso. La direzione sanitaria del Santissima Trinità ha aperto un'indagine interna per ricostruire quanto accaduto. Inchiesta che potrebbe essere chiusa già oggi con l'invio della relazione alla Asl di Frosinone. La salma dell'uomo, dopo il trasferimento all'obitorio dell'ospedale e l'ispezione da parte del medico legale, è stata riconsegnata alla famiglia. Il fatto ha generato grande sgomento tra le corsie del nosocomio sorano, nonostante sia avvenuto nel cuore della notte, quando in ospedale circolano poche persone.

Una tragedia che scuote tre comunità: quella di Boville Ernica da cui la famiglia del sessantaduenne proviene, quella di Alatri dove l'artigiano viveva ormai da tempo e coltivava molte amicizie e quella di Sora, teatro della drammatica nottata finita in tragedia. Un gesto estremo che ha spiazzato tutti, specialmente chi conosceva bene il sessantaduenne e che di certo non poteva aspettarsi un epilogo così tragico e improvviso. Ora si attende che la famiglia fissi la data e l'orario del funerale. Sarà un momento di grande commozione, con gli amici di una vita e i parenti che si stringeranno ai suoi familiari colpiti duramente da questa tragedia. Inevitabile la considerazione di alcuni pazienti sulla possibilità per chiunque di aprire le finestre del nosocomio sorano, che non sono bloccate.