«Vestire significa per me rispettare la natura e godere così della sua bellezza». Abiti mozzafiato, stilisti provenienti da tutto il mondo, fashion blogger, colori, luci. È in questa cornice glamour, in occasione della "Milano Fashion Week", che è stata invitata anche la stilista-artista Marilena Spiridigliozzi che ormai da diversi anni frequenta questa prestigiosa manifestazione. Uno degli appuntamenti più attesi nel campo della moda che si è svolto a Milano dal 19 al 25 febbraio, con l'anteprima della collezione del prossimo autunno-inverno.

Nello "Spazio Solferino 40" e nella "Fondazione Prada" le modelle hanno indossato le due nuove collezioni "Forme" e "Opere" realizzate dalla stilista arcese. I cinquantadue abiti presenti, di taglio e materiali diversi, hanno catturato l'attenzione degli addetti ai lavori sia per l'originalità dei tessuti che per la scelta di utilizzare materiali sostenibili. I tessuti delle due collezioni provengono infatti da operatori che hanno deciso di investire in studi e attrezzature che escludono l'uso di prodotti chimici dannosi per l'ambiente.

A questo si è anche aggiunta la capacità di Marilena Spiridigliozzi di stupire creando dal vivo, all'interno del suo stand e in poco tempo, uno splendido vestito grigio su di una modella, mostrando ancora una volta tutto il suo talento. «È stata una bella esperienza dice Marilena Spiridigliozzi in quanto ho fatto conoscere al grande pubblico e agli esperti una nuova parte di me e ho avuto accanto uno staff insostituibile formato dal make up artist Fabio Pompozzi, dall'hair stylist Carmelo Spina, dal fotografo Fabio Ranucci, dalla comica Francesca Magrì che si è trasformata in splendida modella, oltre alla collaborazione con l'Aspiin di Frosinone».