Zero eventi domenica, zero eventi oggi. La città di Cassino è completamente "morta". Neanche una mascherina a portare un po' di allegria per le vie del centro. Le famiglie si "rifugiano" nei centri commerciali e sul web impazza la polemica sul fatto che in città non c'è nulla. E ovviamente, a pochi mesi dal voto, anche il Carnevale diventa argomento di campagna elettorale.

Ma a disinnescare le polemiche, replicando per le rime ai suoi detrattori è l'ex sindaco D'Alessandro, che già due anni fa si era impegnato a portare i carri in città. Rivela Carlo Maria: "Prima che ci fosse la sfiducia avevo predisposto anche la delibera di giunta per il carnevale: sarebbero dovuti venire dei carri, esattamente quattro, dai paesi limitrofi. Ovviamente con la mia caduta nessuno si è preoccupato di andare avanti, quindi non è corretto dire che io non ci avevo pensato". 

Il Carnevale in piazza si è tenuto solo nella frazione di Sant'Angelo, grazie all'organizzazione dell'ex assessore Franco Evangelista.