Stelvio rispolvera il tradizionale e iconico marchio "Turismo Internazionale" per sbaragliare la concorrenza al salone di Ginevra 2019, insieme alle versioni Formula 1 e al restyling della Giulietta. Alfa Romeo è pronta per la trasferta svizzera e sfodera i gioielli prodotti nello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano all'insegna della bellezza, della performance e dell'esclusività. Al Salone di Ginevra uno degli eventi più importanti per il comparto automobilistico che aprirà i battenti giovedì la casa del Biscione presenterà alcune importanti novità a partire dalla Giulietta MY19 per arrivare alle serie speciali, in edizione limitata e con livrea dedicata, di Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio "Alfa Romeo Racing" che celebrano il team che parteciperà quest'anno al campionato di Formula 1. Rifà la sua apparizione la storica sigla "Turismo Internazionale" con Stelvio Ti, sigla usata all'epoca dalla casa milanese per i modelli più sportivi e tecnologici e che rimanda alle Giulia storiche del passato e quelle da competizione.

I giorni di stop
L'obiettivo è riportare in auge il nome Alfa Romeo proponendo nuovi allestimenti e versioni sempre più sportivi delle sue vetture di punta. Auto prodotte nello stabilimento cassinate dove, nei prossimi mesi, si lavorerà a scappamento ridotto a causa del ricorso alla cassa integrazione. A marzo ci saranno solo 10 giorni di attività: la fabbrica resterà chiusa nei giorni 4, 5, 6, 8, 14, 15, 18, 22, 25, 26 e 29. Sono previste quattro giornate di stop anche il primo, 5, 8 e 12 aprile. Fermi di produzione che riguardano i gioielli Alfa Romeo Giulia, Giulietta e Stelvio che sono pronti a fare la loro apparizione, con nuovi allestimenti e versioni, al salone di Ginevra.