Preso in pieno volto da una lastra durante la bufera di vento, Mauro Pro l'imprenditore miracolato a distanza di qualche giorno ringrazia sanitari del pronto soccorso dello Spaziani.
Sabato scorso, mentre imperversava la burrasca, Mauro Pro è uscito dall'ufficio per invitare i dipendenti a rifugiarsi, per evitare di essere colpiti dai materiali che il vento sollevava e spostava con violenza.

La "GF Carval", il magazzino di materiali edili che si trova lungo la via Anticolana vicino il casello autostradale, è stato investito dai venti che non hanno trovato ostacolo sul loro cammino.
Nonostante la robustezza degli ancoraggi e la tenuta delle giunture, alcune lastre si sono staccate. L'insegna posta nei pressi del cancello d'ingresso, si è staccata dal supporto e ha colpito l'imprenditore al capo. Mauro Pro è rimasto svenuto sul terreno, e dalla ferita è uscito molto sangue. I collaboratori subito sono accorsi spaventati ed uno di loro, un giovane romeno che ha ricordato bene gli insegnamenti ricevuti nei corsi promossi dall'azienda, ha controllato la bocca del suo principale, afferrando la lingua che minacciava di soffocarlo e tirandola fuori.
Poco dopo è giunta l'ambulanza del 118, che ha trasportato il ferito al pronto soccorso di Frosinone.

«Avevo perso i sensi -ricorda Mauro Pro- mi sono ritrovato circondato da medici ed assistenti che hanno svolto egregiamente il proprio lavoro. Sono stato sottoposto ad esami, Tac e mi hanno messo 24 punti di sutura. Sono stati professionali, veloci e garbati, hanno dimostrato efficienza e capacità. Desidero ringraziarli tutti, nessuno escluso, per quanto hanno fatto e come si comportano quotidianamente. A volte il sovraffollamento impedisce loro di operare bene, ma non viene mai meno il senso del dovere. Un plauso incondizionato».