Replica del sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani ai manifesti affissi in città riportanti il simbolo di Forza Nuova. Manifesti raffiguranti una donna che allatta un bambino e riportanti la scritta: «Nascite ai minimi storici: l'Italia ha bisogno di figli, non di unioni gay e immigrati. #redditoallemadri».

"L'omofobia è sinonimo di crassa ignoranza o - scendendo di livello, utilizzando così un'espressione diretta ai destinatari di quella ignobile propaganda affissa, abusivamente, sui muri del capoluogo - è la prova provata di alcune sacche di stupidità ancora presenti nell'uomo - replica così il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani, ai manifesti omofobi affissi in città da una formazione politica - I nostri principi e i nostri valori di riferimento, come persone e come amministratori, concepiscono le proprie basi nella coesione sociale, nella democrazia, nella solidarietà e nella libertà, che non è certo la libertà di diffondere messaggi di odio a scapito di altri concittadini. Di concerto con le forze preposte, l'amministrazione comunale si è già attivata per eliminare dal paesaggio urbano questa triste testimonianza di inciviltà e ignoranza. Per il resto, si cercherà di supplire ad alcuni inqualificabili comportamenti, promuovendo la cultura del dialogo e la riflessione sul pluralismo e sulle diversità".

Sui manifesti nei giorni scorsi erano state affisse bandiere arcobaleno e frasi di sensibilizzazione sulla tematica lgbt+.