Un altro duro colpo allo spaccio nel Cassinate: bloccato il traffico di stupefacenti garantito pure dai domiciliari. È questa la ricostruzione dei carabinieri del Norm di Cassino che, su disposizione del gip, hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare per spaccio continuato nei confronti di Francesca Di Silvio, cassinate di 21 anni, già ai domiciliari. E nei confronti di Noemy Del Nobile, 19 anni di Castelforte (fidanzata del fratello di Francesca).

L'operazione risulterebbe essere un'altra costola di "Dodicesimo Round", l'inchiesta che aveva portato all'esecuzione delle ordinanze nei confronti di madre, figlio e nuora: due in carcere, una ai domiciliari. Per gli inquirenti i coinvolti avrebbero creato nel quartiere di San Bartolomeo una centrale di vendita al dettaglio di coca, eroina e kobret. Tutto in un appartamento Ater loro assegnato: un vero e proprio minimarket della droga, secondo i militari. L'approfondimento dell'attività investigativa ha permesso di accertare una florida attività di spaccio che sarebbe stata portata avanti dalla ventunenne ai domiciliari ora in carcere con la collaborazione della fidanzata del fratello (la diciannovenne) che è stata posta ai domiciliari con l'applicazione del braccialetto elettronico.