Una folla commossa per dire addio a Marco Fraioli e stringersi attorno alla sua famiglia. Ieri pomeriggio la chiesa Madonna del Carmine, in località Collecarino, non è riuscita a contenere le centinaia di persone che hanno voluto porgere l'ultimo saluto al quarantenne arpinate trovato morto a Roma sabato scorso. Parenti e amici hanno atteso l'arrivo della salma dalla capitale e hanno seguito le con attenzione e grande commozione l'omelia di don Antonio Di Lorenzo, che ha celebrato la messa. La ditta di onoranze funebri Bianchi di Arpino, è stata incaricata di eseguire il servizio. Grande il dolore testimoniato da chi a Marco voleva veramente bene.

Lunghi gli abbracci che i cittadini di Arpino hanno rivolto alla mamma Iolanda, al papà Franco e alla sorella Daniela. Il giovane è stato trovato sabato pomeriggio senza vita nella capitale dopo un volo dal sesto piano del palazzo dove abitava: Marco viaggiava tra Roma e Milano per lavoro. A stringersi attorno al dolore della famiglia Fraioli anche l'amministrazione comunale. Era presente al rito funebre il sindaco Renato Rea insieme ad altri amministratori, tra cui il presidente del consiglio comunale Andrea Chietini. «Il ricordo di Marco - ha detto quest'ultimo rimarrà indelebile nei nostri cuori e in questo momento così difficile e doloroso ci stringiamo e siamo vicini alla sua famiglia».