Un recente controllo da parte del personale ispettivo dei Carabinieri del N.a.s. di Latina, svolto in un ristorante di Cassino si è concluso con la sospensione dell'attività e la chiusura della cucina per gravi carenze igienico-strutturali. Carenze avallate anche dal personale ispettivo dell'ASL di Frosinone che, fatto intervenire sul posto, ha impartito anche disposizioni correttive e propedeutiche alla ripresa dell'attività ristorativa.

Per tale grave situazione rilevata, il ristoratore verrà sanzionato con una cifra pari a 1.000 euro. Il valore dell'attività ristorativa chiusa è di circa 500.000 euro.