Terribile impatto ieri nel tardo pomeriggio lungo la Monti Lepini, a poche centinaia di metri del casello autostradale, tra uno scooter e una Ford Mondeo. I due uomini sul mezzo a due ruote, entrambi del capoluogo, dopo l'impatto, hanno riportato la peggio. Sono stati sbalzati a terra, mentre l'uomo alla guida dell'auto, oltre a un grande spavento, non ha subito traumi e ferite. Il trentaseienne che guidava lo scooter, con ferite più gravi, è stato trasferito a Roma all'ospedale San Camillo con fratture e traumi, mentre il trentaduenne, seduto nella parte posteriore, è ricoverato all'ospedale "Spaziani" di Frosinone in condizioni meno serie.

Momenti di paura quelli vissuti ieri lungo la trafficata arteria che per oltre un'ora, durante le operazioni per lo svolgimento dei rilievi da parte della polizia stradale, è rimasta chiusa determinando grosse code e traffico impazzito lungo la viabilità circostante. A gestire la viabilità gli uomini della polizia locale che hanno interdetto il transito in ambo le direzioni della Monti Lepini e deviato il traffico internamente, con il caos che si è inevitabilmente impadronito della parte bassa del capoluogo vista anche l'ora di punta per il rientro dei pendolari.

Tornando all'incidente la macchina dei soccorsi è subito partita dopo l'allarme. I testimoni presenti hanno raccontato di momenti di forte apprensione dopo l'impatto vista la dinamica dello scontro. Subito hanno chiamato i soccorsi e sul posto sono giunte due ambulanze dell'Ares 118, un'automedica ed anche un elicottero che poi ha trasferito a Roma il ferito più grave. Gli agenti della stradale hanno sigillato l'area ed hanno avviato le indagini effettuando i rilievi per ricostruire la dinamica. Impegnati anche i vigili del fuoco. Oltre un'ora è stata chiusa l'arteria per un incidente inizialmente dalla dinamica drammatica. Poi una volta rimossi i mezzi la circolazione è tornata regolare. Subito informati dell'accaduto i familiari dei due feriti si sono precipitati nelle due strutture sanitarie per stare vicino ai loro cari rimasti feriti. Sulla dinamica e cause chiariranno i rilievi della polstrada