Odore nauseabondo spaventa i residenti del centro storico. Un forte odore di nafta, propagatosi da Piazza Bonghi a Corso Vittorio Emanuele, ieri ha provocato verso le otto e trenta comprensibile apprensione. I carabinieri e la polizia locale si sono subito attivati.

Assieme al sindaco Daniele Natalia, il luogotenente Massimo Crescenzi ed il pari grado della municipale Giuseppe Fubelli si sono diretti senza indugio all'ingresso secondario del Convitto Regina Margherita, luogo di provenienza degli effluvi.
È stato così accertato che dall'autobotte incaricata del rifornimento di gasolio per l'impianto di riscaldamento, era fuoriuscita una quantità di liquido che, spargendosi a terra, è finita nelle griglie stradali.

Da qui, la immediata diffusione del caratteristico odore. Gli insegnanti avevano immediatamente aperto le finestre per evitare malessere agli alunni, ma non si sono registrati episodi negativi di alcun genere.