Furti e atti vandalici: un dramma silenzioso che corre lungo l'intera area industriale cassinate. Aziende vessate dai colpi con "risvegli" troppo spesso amari. Se n'è addirittura parlato alla riunione del Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica laddove il monito del prefetto è stato quello di fare squadra per riuscire a garantire sicurezza alle imprese della provincia di Frosinone.

Una riunione che ha visto la partecipazione, oltre che dei componenti ordinari del tavolo,anche di tutti gli altri attori che operano quotidianamente a sostegno del sistema imprenditoriale.
«Nel corso dell'incontro ha detto il presidente Cosilam Mario Abbruzzese sono state affrontate le diverse situazioni di criticità in cui operano le aziende presenti nelle diverse aree industriali della provincia». Dalla riunione è emerso come le imprese del territorio si trovino ad affrontare «situazioni di forte difficoltà dovute a furti o atti vandalici che, in alcuni casi, provocano danni alle attività produttive. Per questo motivo il prefetto ha rivolto un invito a tutti gli operatori a fare squadra per mettere in campo progetti al fine di garantire la tutela delle nostre imprese.
E, proprio nel settore della sicurezza delle aziende, il Cosilam ha avviato già da tempo delle apposite attività per garantire la sicurezza delle imprese. Una delle opere inserita nel piano programmatico da realizzare la legge regionale 46/2002 (e approvato recentemente dalla giunta regionale) riguarda uno specifico progetto per la messa in sicurezza attraverso la realizzazione impianto videosorveglianza da realizzare nell'agglomerato di Cassino, Piedimonte e Villa Santa Lucia».