Il piano industriale di Fca è a rischio. Il gruppo Fiat-Chrysler indica difatti obiettivi sul 2019 deboli, che mettono a rischio le previsioni di piano, e le azioni reagiscono in borsa perdendo fino al 10%. Non si prospetta dunque nulla di buono per lo stabilimento di Cassino, sebbene Manley finora illustrando i risultati dell'ultmo trimestre 2018 non ha ancora citato Cassino.

Ma preoccupazione arriva anche dal Governo. Il ministro Tria, parlando in mattinata alla Camera, ha spiegato che "la transizione verso veicoli meno inquinanti è un fenomeno positivo ma deve essere ordinata e prevedibile e si deve anche prestare grande attenzione al lato dell'offerta, ovvero al ruolo del nostro Paese come centro di produzione di mezzi di trasporto di nuova generazione". Per il senatore del Pd Bruno Astorre "il ministro Tria ammette che l'ecotassa voluta dal suo governo e dalla maggioranza Lega e 5Stelle è sbagliata e mette in ginocchio il mercato delle auto in Italia e colpisce migliaia di cittadini che sono spinti verso produzioni straniere".